Decennale

Il testo del Gemellaggio


Cracovia, 7 aprile 2010

Carissimi Giovani in realt, Ges che cercate quando sognate la felicit; Lui che vi aspetta quando niente vi soddisfa di quello che trovate; Lui la bellezza che tanto vi attrae; Lui che vi provoca con quella sete di radicalit che non vi permette di adattarvi al compromesso; Lui che vi spinge a deporre le maschere che rendono falsa la vita; Lui che vi legge nel cuore le decisioni pi vere che altri vorrebbero soffocare. E' Ges che suscita in voi il desiderio di fare della vostra vita qualcosa di grande, la volont di seguire un ideale, il rifiuto di lasciarvi inghiottire dalla mediocrit, il coraggio di impegnarvi con umilt e perseveranza per migliorare voi stessi e la societ, rendendola pi umana e fraterna.
Questa sera vi consegner il Vangelo. E' il dono che il Papa vi lascia in questa veglia indimenticabile. La parola contenuta in esso la parola di Ges. Se l'ascolterete nel silenzio, nella preghiera, facendovi aiutare a comprenderla per la vostra vita dal consiglio saggio dei vostri sacerdoti ed educatori, allora incontrerete Cristo e lo seguirete, impegnando giorno dopo giorno la vita per Lui!
Carissimi giovani, in questi nobili compiti non siete soli. Con voi ci sono le vostre famiglie, ci sono le vostre comunit, ci sono i vostri sacerdoti ed educatori, ci sono tanti di voi che nel nascondimento non si stancano di amare Cristo e di credere in Lui. Nella lotta contro il peccato non siete soli: tanti come voi lottano e con la grazia del Signore vincono.
(Roma GMG 2000 Veglia a Tor Vergata  19 agosto 2000)


Queste parole di Giovanni Paolo II ai giovani manifestano lamore per la vita come via della salvezza e lamore per la verit che si fa Chiesa, cio tempo e spazio dellascolto, dellaccoglienza, della vicinanza, dellaccompagnamento.

Noi desideriamo raccogliere questo invito e sostenere cos il cammino di tanti giovani che cercano la felicit. Desideriamo farlo seguendo la via tracciata da Giovanni Paolo II, certi che questo impegner la nostra vita e le istituzioni che serviamo e rappresentiamo.

Noi ci impegniamo a fare del Centro Giovanni Paolo II non abbiate paura  di Cracovia e del Centro Giovanni Paolo II ecco la vostra casa di Loreto ununica casa per i giovani certi che fidarsi e affidarsi a Cristo costruisce un popolo nuovo capace di edificare la civilt dellamore.

Seguire Cristo abbatte le barriere e crea ponti di speranza. partendo da questo che i nostri Centri vorrebbero rendere un servizio anche allEuropa: unita dalle medesime radici che ne corroborano ogni giorno la sua vita, essa infatti pu trovare proprio nei giovani che passano a Cracovia e Loreto la speranza di essere sempre pi fraterna, umana e votata al bene comune.

Le modalit con cui perseguire queste finalit sono laccoglienza dei giovani pellegrini nello stile del gemellaggio, possibilit di scambio e di comunione con i giovani dEuropa, la programmazione di pellegrinaggi culturali per conoscere e fare esperienza della storia dei propri paesi. Limpegno di portare a livello nazionale e delle singole diocesi italiane e polacche questo desiderio di prossimit e di relazione tra le Chiese.

Orientati dallascolto della Parola di Dio e da una rinnovata passione educativa affidiamo a Maria, giovane donna di Nazareth, il nostro cammino.

 

Don Francesco Pierpaoli     
Direttore del Centro
Giovanni Paolo II - Loreto 

 Don Jan Kabziński
Direttore del Centro
Giovanni Paolo II - Loreto