EurHome - Campo Ecumenico - Centro Giovanni Paolo II
16618
page-template-default,page,page-id-16618,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,transparent_content,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

EurHome – Campo Ecumenico

All’’interno dell’Agorà dei giovani del Mediterraneo è nato il campo giovani ecumenico «Da Eurhope a Eurhome», una settimana residenziale con ragazzi e ragazze di diverse confessioni cristiane.

Il primo si è tenuto nell’estate del 2009 alla presenza di anglicani, ortodossi romeni e cattolici italiani, accompagnati dai loro sacerdoti e responsabili. Oggi siamo arrivati alla ottava edizione (si svolgerà dal 5 al 12 agosto 2016) e al primo nucleo di giovani si sono aggiunti anche i giovani luterani di Svezia e Danimarca e Greco-cattolici della Romania. Ad essi si unirà l’Albania e la Croazia… Un’esperienza che include e non esclude nessuno. Giovani diversi per confessione religiosa e tanti altri motivi: la puntualità, il cibo, il modo di vestire … diversità non fanno rima con divisione ma con ricchezza, bellezza, gioia. Il Centro Giovanni Paolo II, nella logica della quotidianità,

si è fatto “casa” abbracciando la diversità e la sua forza, nel nome dell’unità. I ragazzi vivono quest’esperienza di vita comune che gli permette di rifuggire la tentazione di considerare la ‘dottrina come fonte di divisione’: hanno vissuto l’amore reciproco, riconoscendo i doni che ognuno può portare.

In questo pellegrinaggio paradossalmente la lingua rappresenta una difficoltà superiore rispetto alla facilità con cui i giovani vivono gesti comuni di fede, di servizio e di preghiera. Un piccolo passo, ma fondamentale, verso l’unità, secondo la volontà e la preghiera di Gesù: “che tutti siano uno”.

La frase di un ragazzo anglicano detta qui a Loreto traduce in un linguaggio giovanile la memoria che desideriamo vivere e attualizzare con gratitudine e responsabilità: «Perché siamo divisi se stiamo così bene insieme?».

È un esperienza forte della cattolicità della Chiesa, intesa non come una delle confessioni cristiane presenti, ma come la Chiesa nella sua universalità, la Chiesa nel suo essere una non perché uniforme ma perché costruita su Gesù Cristo, sulla fede degli apostoli e dei profeti.

L’ecumenismo, terra promessa dei cristiani, tornerà a volare alto grazie alle relazioni di giovani che accompagnati dai loro educatori (preti, suore, laici, vescovi), in ascolto della Parola, metteranno da parte le loro strade per seguire solo Gesù, unica via dell’unità.

E allora continuiamo a domandarci: «perché siamo divisi se stiamo così bene insieme?» e rispondiamo ogni giorno abbattendo i muri e costruendo ponti.

Quest’anno la IX edizione del Campo Ecumentico Internazionale si svolgerá dal 21 al 28 Luglio 2017. Per i dettagli e per rimanere aggiornato su tutte le informazioni e le news di questo bellissimo evento, clicca nel bottone qui a fianco. Troverai il programma completo cosí da poterti organizzare partecipando a singoli momenti o a tutta l’esperienza. Per le iscrizioni, avendo raggiunto il numero limite, se proprio desideri partecipare, contatta la comunitá del Centro Giovanni Paolo II.