Le attivitá - Centro Giovanni Paolo II
16648
page-template-default,page,page-id-16648,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,transparent_content,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Le attivitá

Per ognuna delle sette finalità individuate si prospetta, ora, il quadro operativo delle iniziative auspicabili per lo sviluppo del Centro e le scelte di contenuto.

  • Scelta ecclesiale: stabilire o rafforzare relazioni, contatti e collaborazione con gli Uffici Nazionali e Regionali di Pastorale Giovanile, Pastorale Familiare, Pastorale Scolastica, Pastorale del Lavoro, Ufficio Catechistico, tramite tavoli e seminari per lo studio di progetti condivisi attuando percorsi che corrispondano e rispondano alle domande attuali dei giovani. Per una maggiore sinergia di obiettivi tra il Centro e la Regione contribuire alla realizzazione del percorso ecclesiale iniziato con il II Convegno ecclesiale marchigiano del novembre 2013.
  • Scelta educativa e formativa: proseguire servizio e collaborazione con le tredici Chiese locali delle Marche per la formazione degli operatori pastorali, mediante laboratori realizzati in collaborazione con istituti ed enti specifici; promuovere incontri di formazione rivolti agli animatori Caritas legati al servizio civile e agli animatori e ai responsabili di Oratorio.
  • Scelta vocazionale: realizzare con i Direttori di Pastorale Vocazionale delle diocesi marchigiane un progetto specifico di Esercizi Spirituali per giovani nell’ottica del discernimento; valorizzare il pellegrinaggio e la preghiera (rosario alla “Scala Santa”, veglia notturna in Santa Casa, fiaccolata dal Centro al Santuario) “con Maria”, modello di tutti i chiamati alla verginità e al matrimonio; attuare con il Pontificio Seminario Regionale Marchigiano dei percorsi specifici rivolti ai seminaristi.
  • Ottica dell’ordinarietà e della straordinarietà: accogliere singoli giovani e gruppi giovanili per esperienze quotidiane di accompagnamento e condivisione di stili di vita che li aiutino ad acquisire il senso dell’operosità, il rispetto e la cura del creato, aiutandoli a rispondere alla vocazione che Dio offre a ciascuno di essi. Potenziare il servizio rivolto in modo particolare ai fidanzati e alle giovani coppie, avendo ben presente le indicazioni maturate nel recente Sinodo speciale sulla famiglia (4-19 ottobre 2014). Curare, inoltre, la rete dei volontari per il servizio quotidiano di accoglienza e per i possibili eventi ecclesiali.
  • Scelta ecumenica: progettare e realizzare l’annuale Campo Ecumenico europeo allargando la partecipazione e il coinvolgimento a membri di altre nazioni e/o confessioni religiose.
  • Scelta missionaria: ripensare assieme agli uffici nazionali e regionali di Pastorale Giovanile, Missionaria, Caritas e agli istituti religiosi cammini ed esperienze di sensibilizzazione ed operosità missionaria (Agorà del Mediterraneo, campo missionario, ecc).
  • Scelta culturale: stabilire legami con atenei universitari, marchigiani e nazionali, per lo studio e la figura di Giovanni Paolo II e il suo rapporto speciale con i giovani, avvalendosi della collaborazione del Pontificio Consiglio dei Laici e del gemellaggio con il Centro Giovanni Paolo II “Non abbiate paura” di Cracovia. Focalizzare l’attenzione al mondo del lavoro attraverso il confronto, l’ascolto, l’analisi e le proposte concrete con il Progetto Policoro della CEI e altre associazioni di categoria. Sostenere l’accoglienza e l’accompagnamento spirituale del turismo religioso e dei pellegrinaggi, con un’attenzione particolare anche al progetto riguardante “La via Lauretana”. Favorire laboratori di ricerca musicale, artistica e sportiva, dialogando con Hope Music, CSI, per trovare nuove modalità che aiutino i giovani a vivere la spiritualità cristiana. Offrire esperienze e attività a contatto con la natura per riscoprire, e sperimentare, la bellezza di sentirsi custodi del Creato e diffondere questa cultura.

(“Documento di intenti per la realizzazione del Progetto pastorale e la gestione del Centro Giovanni Paolo II – Ecco la vostra casa, 21 ottobre 2014”).